BLOG

La risposta della robotica industriale all’e-waste

L’e-waste, detto anche RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) in italiano o WEEE (Waste of Electric and Electronic Equipment) in inglese, consiste in apparecchi e strumenti elettronici che devono essere smaltiti perché rotti o non più funzionanti. 

Robotica industriale e pallettizzazione: vantaggi e impieghi

Le automazioni industriali per attività di pallettizzazione sono strumenti utili per molti settori produttivi. Ma cosa si intende esattamente con il termine ‘pallettizzazione’? In cosa la robotica industriale viene in aiuto per questo tipo di attività?

La sicurezza degli operatori con le isole robotizzate

Chi si occupa di automazione e robotica industriale sa che l’innovazione che propone con le proprie tecnologie e macchinari deve rispettare precisi standard di sicurezza. In base al Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro (TUSL), infatti, qualora nel ciclo produttivo sia previsto l’utilizzo di robot e isole robotizzate, i luoghi di lavoro devono rispettare precisi criteri di sicurezza.

Isole robotizzate per manipolazione: vantaggi e applicazioni

Quando viene programmato per un uso specifico un robot industriale, collocato in un’isola robotizzata, esegue lavorazioni continuative senza interruzioni, senza ausilio di illuminazione e, soprattutto, senza il presidio di alcun operatore. Bastano già questi tre dettagli per comprendere fin da subito il grande vantaggio della robotica industriale in moltissimi settori.

Robotica industriale per il settore automotive

Il campo storico di applicazione dell’automazione industriale è senza ombra di dubbio quello dell’automotive. Dalla catena di montaggio di Henry Ford ai primi robot di saldatura e verniciatura passarono solo un paio di decenni e ancora oggi la catena produttiva di auto e motociclette gode i benefici di questi geniali sviluppi tecnologici.

Il valore dei sistemi di visione nelle isole robotizzate

Quando si parla di automazione industriale, i sistemi di visione artificiale sono uno strumento imprescindibile. Ma cos’è un sistema di visione artificiale? Quali vantaggi può fornire quando è installato in un’isola robotizzata?

Tipi di robot industriali: quali sono e come sceglierli

La norma ISO TR/8373-2.3 definisce il robot industriale come: "Un manipolatore con più gradi di libertà, governato automaticamente, riprogrammabile, multiscopo, che può essere fisso sul posto o mobile per utilizzo in applicazioni di automazioni industriali".

Quali aziende possono utilizzare un’isola robotizzata?

Sono quattro i punti chiave per capire se la tua azienda può accogliere un’isola robotizzata per migliorare alcuni flussi produttivi e aumentare i ritmi di produzione. Le valutazioni riguardano le mansioni da far svolgere al robot industriale collocato nella cella, il settore in cui opera la tua azienda, il rapporto costi-benefici per un calcolo del ROI (ovvero il ritorno dell’investimento) e il tipo di ambiente in cui sarà installata.

Che cosa è un’isola robotizzata?

È la domanda centrale per molti imprenditori che stanno valutando strategie per innovare e migliorare il flusso produttivo della propria azienda. Nella loro apparente semplicità, le isole robotizzate racchiudono in realtà studi di progettazione e soluzioni tecniche altamente evolute, spesso disegnate su misura per rendere più fluido e performante il flusso produttivo di ciascuna azienda.

Isole robotizzate e produzione di accessori moda

L’utilizzo di isole robotizzate per l’asservimento di macchine utensili a controllo numerico è un sistema rivoluzionario che ha inciso profondamente sulle potenzialità produttive di molte aziende italiane attive nel settore della produzione di accessori in metallo per la moda, ovvero accessori per abbigliamento e/o per valigeria/pelletteria.

L’automazione industriale e la gestione del lavoro

Uno dei vantaggi indiscussi dell’automazione industriale è quello di permettere a un’azienda di essere operativa anche in assenza dell’uomo. Infatti, in senso assoluto il valore aggiunto dell’automazione è proprio quello di potere operare senza presidio, o comunque limitando l’attività alla supervisione. Cosa significa tutto questo in termini pratici per un’azienda? Produttività continua e non pregiudicata da festività, fine settimana, turni notturni e periodi di chiusura straordinaria – anche prolungati.

Trouble-shooting e automazione industriale

Quanto conta il fattore tempo nella risoluzione di un problema tecnico all’interno di una linea di produzione? Tantissimo. Ha ripercussioni su molti altri aspetti, gestionali ed economici in primis. La riflessione direttamente collegata è che un’isola robotizzata è un’automazione industriale installata per accelerare i tempi produttivi, per migliorare il flusso di lavoro e ‘allungare’ i turni anche nei momenti in cui l’azienda è chiusa. Ma se si blocca, scatta un allarme o presenta un problema? Se deve essere messa in produzione ma non è possibile ricevere un’assistenza in sede?