images/2022/BLOG_POSIZIONAMENTO_2022/TERA-ART27.jpg

Produrre anodi e barre di metallo in modo sicuro e automatico

La produzione tradizionale di anodi e barre di metallo espone i lavoratori a numerosi pericoli, oltre che a campi elettromagnetici e alte temperature.

L’automazione industriale è l’unica soluzione per coniugare le necessità dell’azienda (ottimizzazione del tempo e delle risorse) a quelle degli operatori (massima sicurezza, mansioni non usuranti).

Produrre anodi e barre di metallo in modo automatizzato garantisce allo stesso tempo una produttività ottimale con altissimi standard qualitativi e la massima tutela per il lavoratore.

La lingottatrice T-Conveyor Cast™, infatti, assicura un cambiamento radicale nei ritmi di produzione di anodi e barre, sollevando gli operatori da operazioni manuali faticose e molto pericolose.

L’automazione industriale migliora le condizioni di lavoro

Partiamo subito da questo assunto. Come abbiamo visto a proposito del rapporto tra automazione industriale e lavoro umano, automatizzare i processi produttivi significa spostare la componente umana da attività alienanti o pericolose a mansioni di controllo attivo, monitoraggio e manutenzione.

L’automazione industriale e robotica è un fattore cruciale per la crescita industriale. Aumenta la produttività assoluta - perché la macchina produce più velocemente e senza pausa - ma anche la qualità del prodotto finito, sempre perfetto ed esattamente ripetibile.

Meno fatica, più sicurezza

Come abbiamo visto per la produzione di lingotti, a ogni passaggio che viene automatizzato corrisponde un vantaggio in termini di sicurezza per il lavoratore.

La produzione di anodi e barre di metallo, in particolare, è un’attività estremamente rischiosa se condotta con il sistema tradizionale, poiché costringe l’operatore in prossimità dei forni a ribaltamento e lo espone a campi elettromagnetici e alte temperature.

L’automazione industriale impedisce tutto questo e rende la produzione più veloce e di qualità nettamente superiore. Le macchine non conoscono pause né cali di qualità e questo è semplicemente essenziale quando si parla di investimenti industriali.

Massima flessibilità per livelli crescenti di automazione

L’ingresso dell’automazione industriale nei flussi produttivi è un percorso unico e diverso per ogni realtà produttiva. Non esiste un modo solo per fare automazione, perché la forza di questa risorsa è proprio la sua capacità di adattarsi alle diverse realtà aziendali.

La flessibilità di questa soluzione sta nel suo grado di integrazione con il lavoro umano. Tutti i nostri macchinari sono disponibili con tecnologie diverse in base al grado di automazione industriale prescelto dall’azienda.

Si va da un semplice implemento alle classiche linee a isole robotizzate interamente automatizzate. Cambia l’investimento iniziale, ovvio, ma già sul breve periodo saranno evidenti i vantaggi.

Perché la produzione e la qualità, insieme alla sicurezza, sono direttamente proporzionali al livello di automazione presente nell’industria.

Ottimizzazione dei costi e dei tempi di produzione

Come abbiamo già visto parlando degli altri macchinari per la produzione di lingotti – dalla dosatrice al forno a induzione, dall’essiccagrane alla spazzolatrice  – ogni processo che diventa robotizzato guadagna in velocità e qualità.

Qualità e ripetibilità

L’errore umano è inevitabile e va messo in conto in ogni realtà lavorativa. La macchina, al contrario, viene programmata per compiere movimenti che non ammettono margine di errore.

La massima qualità diventa lo standard che si ripete. Nella produzione di anodi e barre di metallo, questo significa una produzione omogenea e, soprattutto, senza sprechi di materiale.

Massima efficienza

L’automazione industriale nasce proprio per rispondere alle esigenze di massima efficienza del settore industriale.

E non si tratta semplicemente del fattore tempo. Non solo un operaio ha un turno massimo di 8 ore mentre la macchina lavora a ciclo continuo sulle 24 ore, ma tutti i procedimenti sono velocizzati.

La diretta conseguenza è una produzione ottimizzata in termini di tempo e di costi. Si tagliano tutti i tempi morti, ma anche gli errori, le imperfezioni e gli sprechi.

Lingottatrice automatica T-Conveyor Cast™

Passiamo ora ad analizzare nello specifico come funziona e quali vantaggi può apportare l’automazione industriale applicata alla produzione di anodi e barre di metallo.

 

Le differenze con il sistema tradizionale

Come abbiamo già visto, il sistema tradizionale di produzione di anodi e barre in metallo espone il lavoratore ad altissime temperature e campi elettromagnetici e obbliga il lavoratore in prossimità dei forni a ribaltamento in cui si trova il metallo fuso, che verrà poi colato nelle apposite lingottiere per dargli la forma desiderata.

Oltre a questo, il metodo non automatizzato comporta operazioni manuali molto faticose: l’operatore deve maneggiare e spostare le lingottiere in ghisa, gli anodi e le barre e questo richiede necessariamente uno sforzo fisico e un tempo tecnico di gestione delle operazioni.

Come funziona la lingottatrice T-Conveyor Cast™ per la produzione di anodi e barre di metallo

La lingottatrice T-Conveyor Cast™ è dotata di controllo remoto. Questo significa che sia la macchina che le lingottiere possono essere spostate semplicemente attraverso la pulsantiera davanti al forno di ribaltamento, senza bisogno che il lavoratore si avvicini ad esso.

Si tratta di un macchinario estremamente flessibile e interamente personalizzabile. Si abbina a forni fusori a ribaltamento con colata sia orizzontale che verticale, per la lavorazione di diversi tipi di metallo fuso (oro, argento, rame, zinco, ottone, alluminio, ecc.) e la produzione di anodi e barre di varie forme e dimensioni.

Si adatta alle diverse necessità produttive ed è disponibile con tecnologia stand alone, semiautomatica o completamente automatizzata, in ordine crescente del livello di automazione industriale presente in azienda.

Come abbiamo già visto per i tre livelli di automazione del forno a induzione per la fusione di metalli, maggiore il grado di automazione, maggiore la sicurezza per i lavoratori e l’efficienza nella produzione.

L’operatore deve solo caricare il metallo da fondere nel crogiolo del forno a ribaltamento e poi gestire e controllare tutte le operazioni a distanza di sicurezza, con uno sforzo fisico minimo e nessun rischio per la sicurezza.

 

L’automazione industriale rappresenta davvero lo stato dell’arte della produzione industriale. Migliora l’ambiente di lavoro, ottimizza i costi e i tempi di produzione e garantisce una qualità irraggiungibile con il semplice lavoro umano.