images/2022/BLOG_POSIZIONAMENTO_2022/20220419-TEA-ART30-Marcatura-laser-per-metalli-preziosi-e-non.jpg

Marcatura laser per metalli preziosi e non

La marcatura è il sistema più funzionale per riconoscere e tracciare i prodotti industriali. Ma non solo: con la marcatura possiamo personalizzare la superficie di ogni metallo – prezioso o meno – in modo rapido e sicuro. 

I metodi automatici di marcatura sono fondamentalmente due: la marcatura laser, utilizzata in moltissimi settori per innumerevoli lavorazioni, e la marcatura con marcatrice per metalli a micro-percussione elettromaganetica. 

 

Le applicazioni della marcatura 

Una marcatrice per metalli permette di eseguire una molteplicità di lavorazioni, dalla marcatura di barcode e QR code all’incisione di loghi, scritte, figure o pattern geometrici, nonché alla serializzazione con stringhe di caratteri alfanumerici.

Tracciabilità

La tracciabilità è un fattore essenziale per mantenere il giusto livello di qualità e permettere al cliente di risalire al ciclo di vita del prodotto, e grazie alle interconnessioni tra i vari macchinari tutti i dati di marcatura / serializzazione etc sono resi immediatamente fruibili grazie a software come il Jarvis.

Ogni componente deve essere identificato con un seriale o un numero di lotto, che può essere espresso tramite barcode, codice alfanumerico, QR code o datamatrix

Sia la marcatura laser che quella a micro-percussione elettromagnetica sono perfette per questo tipo di microlavorazione grazie al livello di precisione e all’adattabilità a ogni tipologia di materiale. 

Personalizzazione

Stesso discorso per la marcatura di testi e loghi. Sia la marcatura laser che la marcatrice per metalli offrono altissimi standard qualitativi.

La resa estetica è elevata in entrambi i casi proprio grazie alla precisione assoluta di questi sistemi. Qualunque immagine può essere riprodotta, da semplici scritte a figure complesse con profondità diverse: basta cambiare la frequenza del laser o le impostazioni della micro-percussione nel caso della T-Numbering™. 

 

Marcatura laser: cos’è e come funziona

Alla base di questa tecnologia c’è, ovviamente, un raggio di luce laser che viene indirizzato sul prodotto da marcare per modificarne le caratteristiche superficiali.
Attraverso la penetrazione del raggio laser viene rimossa parte della superficie, generando una fenditura (incavo) ben “marcata” grazie alle alte temperature del laser.
Chiaramente in applicazioni di marcatura per metalli preziosi sono previsti sistemi di aspirazione e recupero del metallo.

Per direzionare il raggio viene utilizzata una testa laser con due o più galvanometri a specchio. Il raggio colpisce la superficie con una precisione impareggiabile e vaporizza, carbonizzandola, la parte di materiale da rimuovere.

Incisione: quali sono le differenze?

Marcatura e incisione non sono la stessa cosa. La marcatura viene usata principalmente per la tracciabilità, oppure per la personalizzazione con loghi,testi o codici alfanumerici. Non c’è rimozione di materiale.

L’incisione, invece, è una vera e propria ablazione di materiale. Il laser viene passato più volte sulla superficie per ottenere delle cavità con proprietà geometriche ben definite

Tra gli utilizzi principali dell’incisione laser c’è l’ablazione profonda per la produzione di utensili, stampi e telai. Il laser cleaning, invece, consiste nella rimozione di tutto lo strato superficiale per le operazioni di pre-lavorazione o finitura.

Incisione nera e incisione bianca sono le altre tipologie: la prima sfrutta il processo chimico di ossidazione del materiale fuso della superficie, mentre la seconda è un’ablazione meno profonda che fonde il materiale per creare superfici molto lisce e riflettenti. 

 

I vantaggi della marcatura laser

Ma torniamo alla marcatura vera e propria. Tra i vantaggi principali, sicuramente dobbiamo includere la qualità e la precisione della lavorazione. I raggi arrivano a poche decine di micron, permettendo un livello di dettaglio e minuzia assolutamente impareggiabile. 

La marcatura laser, inoltre, è una tecnologia senza contatto – e quindi senza i costi dell’usura e della manutenzione – e totalmente ecologica, perché non utilizza inchiostri, acidi, solventi o materiale chimico. 

La marcatura laser è indelebile e resistente al tempo, agli agenti chimici e atmosferici. Ma, soprattutto, è una tecnologia estremamente versatile e flessibile

Può essere impiegata su moltissimi materiali, dai metalli preziosi ai non preziosi, dal vetro alle materie plastiche per una vasta gamma di lavorazioni e microlavorazioni. 

 

Marcatrice T-Numbering™: come funziona?

Mentre il laser funziona con un raggio di luce, la marcatrice per metalli T-Numbering™ permette di imprimere loghi, numeri seriali o scritte personalizzate su superfici metalliche tramite un pennino a micro-percussione elettromagnetica.

 

I punti di forza della T-Numbering™

La marcatrice per metalli T-Numbering™ non crea incisioni, ma micro martellature. Non c’è quindi rimozione di metallo, ma solo uno schiacciamento. 

Il primo plus di questo sistema è senza dubbio questo, soprattutto nel caso della lavorazione di lingotti in oro e argento. Non avere scarti di lavorazioni in metallo prezioso è un vantaggio essenziale, perché significa ottimizzare le risorse senza sprechi di sorta. 

Inoltre, la T-Numbering™ è estremamente rapida e precisa e offre illimitate possibilità di marcatura. Ha una pratica interfaccia utente ed è facilmente integrabile con i macchinari già presenti nella linea produttiva. 

La marcatrice per metalli T-Numbering™ è disponibile con tecnologia stand alone, semiautomatica e completamente automatizzata in base alle diverse necessità aziendali e al livello di automazione raggiunto.

 

Automazione industriale al servizio dell’azienda

Come abbiamo già visto parlando dell’asciugatura automatizzata della graniglia metallica, l’automazione industriale apporta un beneficio sia in termini di business che di condizioni dell’ambiente lavorativo

Tutti i procedimenti automatizzati tagliano i tempi, perché la macchina lavora a ciclo continuo h24 e non su turni lavorativi. Non ci sono tempi morti né cali di qualità

Se pensiamo poi agli standard qualitativi e alla loro ripetibilità, nessun lavoratore potrà raggiungere il grado di precisione e accuratezza garantito dalle soluzioni automatizzate. 

Oltre a evitare lo spreco di metallo prezioso, la marcatrice per metalli T-Numbering™ è interamente personalizzabile, compatta, integrabile con qualsiasi linea, veloce e precisa. In breve, l’innovazione assoluta nel campo della marcatura.