images/2021/BLOG_POSIZIONAMENTO_2021/20210630-TERA-Good-Delivery.jpg

Good Delivery: cos’è e come funziona

Nel mercato dell’oro e dell’argento, i lingotti conformi ai Good Delivery Standards garantiscono i massimi livelli qualitativi. Definiti dalla LBMA (London Bullion Market Association) per aumentare la trasparenza e la liquidità nel mercato dei metalli preziosi, questi standard si sono presto imposti come requisiti fondamentali per la compravendita dei lingotti. 

Guardiamo insieme tutto il processo che definisce gli standard dei lingotti Good Delivery e come l’automazione industriale può assicurare il loro raggiungimento.

 

I vantaggi del Good Delivery

Gli standard Good Delivery garantiscono lingotti con specifici requisiti qualitativi e con un grado di purezza minimo del 99,5%. Così facendo, si rende più fluido e sicuro l’intero mercato dei metalli preziosi. Per gli scambi, non servono ulteriori controlli né verifiche e viene resa superflua la saggiatura, altrimenti indispensabile per valutare la purezza del lingotto.

Ciò significa che i compratori possono accettare nuovi lingotti senza saggiatura e questo permette di abbattere i costi di compravendita e di velocizzare le transazioni. I lingotti Good Delivery sono sicuri, certificati e garantiti, quindi immediatamente utilizzabili per le operazioni finanziarie.

Per soddisfare lo standard Good Delivery i lingotti devono rispondere ad alcuni requisiti tecnici, mentre le raffinerie devono essere riconosciute dalla LBMA. Anche i trasporti e gli spostamenti di questi lingotti devono seguire delle regole precise. Una serie di norme, insomma, che hanno come scopo la definizione di uno standard qualitativo assicurato e invariabile.

 

Standard dei lingotti Good Delivery

Come abbiamo visto, solo i migliori tra i lingotti d’oro e d’argento possono fregiarsi del riconoscimento Good Delivery. Le caratteristiche specifiche sono dettate dalla LBMA e mirano a identificare, nel vasto panorama dei lingotti preziosi, quelli con il più alto valore qualitativo.

I requisiti riguardano in particolare:

  • Peso
  • Purezza
  • Aspetto 
  • Punzonature

Per rientrare nei parametri LBMA, i lingotti Good Delivery devono pesare tra 750 e 1100 once (tra i 23,328 kg e i 34,214 kg) per l'argento e tra 350 e 430 once (tra i 10,886 kg e i 13,374 kg) per l'oro. I metodi stessi di rilevazione del peso sono sottoposti a rigidi controlli. Sia le bilance a due piatti che quelle elettroniche sono accettate, purché abbiano un margine di errore assolutamente minimo e siano regolarmente controllate e testate dagli ispettori incaricati dalla LBMA

I lingotti Good Delivery hanno una purezza minima del 99,5%. Solamente il contenuto in oro viene scambiato sul mercato: questo significa che soltanto il peso netto in oro viene pagato, non le impurità inevitabilmente contenute nel lingotto. 

Anche l’aspetto di questi lingotti è scrupolosamente esaminato. Vietate tutte le e irregolarità superficiali, crepe, fori e graffi. La superficie deve essere lucida e liscia, perfettamente omogenea. La forma deve essere a sezione trapezoidale, regolare e senza bordi affilati.

Le punzonature devono includere il marchio del raffinatore, il timbro della saggiatura, la percentuale di purezza, il numero seriale e la data di produzione. L’obiettivo è creare un segmento di mercato controllato e garantito, che renda superflui ulteriori controlli e indagini.

Solo i raffinatori riconosciuti dalla LBMA possono produrre lingotti Good Delivery. Anche in questo caso, “restringere il campo” alle migliori raffinerie serve a creare un canale preferenziale per la compravendita di lingotti preziosi in modo sicuro e tracciato.

 

Raffinatori di metalli preziosi e Good Delivery List 

Per entrare nella lista Good Delivery, una raffineria deve rispondere a precisi requisiti di qualità e affidabilità. Ovviamente deve essere in grado di produrre lingotti che soddisfino tutti gli standard del Good Delivery, ma deve anche dimostrare un livello minimo di produzione (10 tonnellate d’oro, 50 tonnellate d’argento su base annua), che testimoni la stabilità finanziaria.

Proprio per garantire la massima stabilità sui mercati, solo le raffinerie che hanno almeno 5 anni di vita e fatturano minimo 15 milioni di sterline annue sono riconosciute dalla LBMA. 

Anche le raffinerie già presenti sulla lista sono sottoposte a severi controlli. Qualora uno solo dei requisiti venga meno, la LBMA procede ad eliminare la raffineria dalle sue liste. Il Proactive Monitoring, in particolare, è lo strumento con cui la LBMA valuta la competenza dei propri affiliati. Si tratta di veri e propri esami sulla produzione e sulla saggiatura, a cui i raffinatori vengono sottoposti regolarmente.

 

Il circuito di integrità

Tutti gli spostamenti di un lingotto Good Delivery sono tracciati, monitorati in tempo reale e registrati. Dal momento in cui vengono fusi e prodotti, questi lingotti vengono custoditi soltanto da operatori associati LBMA.

Se la custodia finisce in mani private o nelle cassette di sicurezza di una banca, l’integrità del lingotto non è più garantita. Questo significa perdere tutti i vantaggi del canale preferenziale designato dal Good Delivery.

È evidente, quindi, come la certificazione Good Delivery sia un assoluto marchio di qualità, ad oggi l’unico in grado di garantire compravendite di metalli preziosi in modo sicuro e senza rischi.

 

L’automazione industriale al servizio della perfezione

In un altro articolo del nostro blog abbiamo parlato di come si realizza un lingotto perfetto. Tra produzione tradizionale, ovvero con forni ‘a cielo aperto’, e una produzione tramite macchinari progettati specificatamente e relative automazioni industriali c’è un’enorme differenza: la qualità finale del lingotto, la sua estetica, la ripetibilità.

I lingotti realizzati con un tunnel a induzione, infatti, sono senza difetti e accurati nel peso a livello millesimale. Ovviamente, la qualità del metallo utilizzato e il controllo totale della fase di solidificazione sono le due chiavi per ottenere “lingotti gioiello”, idonei a incontrare gli standard LBMA.

 

Transazioni garantite con la massima fluidità, per un mercato che fa della liquidità e della garanzia di integrità i suoi tratti più distintivi.