images/BLOG_POSIZIONAMENTO_2020/art26_robot_pickplace.jpg

Robot industriali per pick & place

La robotica industriale permette ad aziende operanti in vari settori di accrescere il proprio livello di produttività, efficienza e sicurezza. Questo grazie alla grande flessibilità dei robot e all’offerta sempre più ampia di dispositivi che ne consentono un attrezzaggio specifico, adatto a una combinazione pressoché infinita di applicazioni.

In un precedente articolo abbiamo visto quali sono le diverse tipologie di robot applicabili -  i robot antropomorfi, gli Scara e i Delta – a scenari produttivi che possono vederli interagire l’uno con l’altro oppure operare distintamente su attività circoscritte.

Cos’è e cosa fa un robot per pick&place?

Il pick&place, letteralmente “prendi e posiziona”, indica l’attività che i robot svolgono nel prelevare articoli da una posizione e collocarli in una seconda dove proseguiranno verso le fasi di lavorazione successive. Si tratta di una ‘semplice’ operazione di prelievo e deposito da un punto a un altro, ma svolta continuativamente con accuratezza e velocità.

Si tratta di un esempio di applicazione peculiare per robot specializzati in lavorazioni ripetitive e di precisione. Grazie a un sistema di visione integrato, il robot identifica l’oggetto da prelevare dal nastro e lo posiziona, ad esempio, all’interno di una scatola.

Solitamente l’attività di pick and place viene assegnata a macchine con caratteristiche di bassa portata al polso ma di elevata (talvolta elevatissima) velocità. Anche il raggio di azione, su robot particolarmente veloci è solitamente corto.

Quali sono i robot più adatti a questa mansione?

Guardando più nel dettaglio, i robot industriali che svolgono questo tipo di mansione sono perfetti per ambiti in cui vengono manipolati prodotti fragili, delicati o sterili, oppure quando il carico di lavoro per un solo operatore sarebbe sproporzionato.

I più esperti avranno certamente capito che i robot di gran lunga più adatti alle operazioni di pick and place a velocità elevate sono i robot Delta. Vediamoli più da vicino.

Un robot Delta è un tipo di robot parallelo che consiste in tre bracci collegati da giunti universali alla base. La caratteristica chiave del design è l'uso di parallelogramma nei bracci, che mantengono l'orientamento del dispositivo di estremità.

Queste macchine, in particolare se integrate con sistemi di visione 2D e/o 3D, diventano strumenti ineguagliabili nella manipolazione rapida di oggetti, anche molto piccoli.

Ad oggi sono stati sviluppati anche robot Delta di dimensioni molto contenute, la cui “specialità” è lo smistamento, la selezione e la lavorazione di microcomponenti nell'industria meccanica di precisione. Questa soluzione è adatta per la manipolazione e l'assemblaggio di quasi tutti i componenti dei meccanismi degli orologi, ad esempio viti, rivetti, perni o ingranaggi.

Altri Delta trovano impiego nella tecnologia medica, nell'industria elettronica e in quella dei semiconduttori, dove i componenti da movimentare sono notoriamente di dimensioni molto ridotte.

Quali sono i vantaggi di attività di pick&place automatizzate?

Appare subito evidente che affidare un’attività di per sé ripetitiva a un robot porti immediati vantaggi in termini di velocità del flusso e costanza nella qualità dell’operazione. Possiamo quindi dire che il miglioramento della produttività è senza dubbio il vantaggio più grande di robot applicati in queste mansioni.

I robot industriali per attività di pick&place sono più resistenti, più veloci, più precisi di qualsiasi operatore umano. Sono flessibili e possono essere configurati sia per prelevare oggetti minuscoli, sia volumi più ingombranti. La loro precisione è costante nonostante si occupino di un’attività noiosa e ripetitiva.

Inoltre, è importante considerare che i robot per il pick&place possono essere utilizzati per molti ambiti, come:

  • Assemblaggio
  • Bin-picking (recupero di oggetti disposti in modo casuale)
  • Controllo qualità
  • Packaging

Tutte attività presenti in tanti settori industriali, dall’alimentare al farmaceutico, così come quello cosmetico, elettronico e meccanico.

 

I robot industriali destinati al pick&place sono un punto di forza all’interno del flusso produttivo poiché sono affidabili e veloci. Il giovamento è rapido ed evidente. La replicabilità costante di standard qualitativi specifici è, per molte aziende italiane e internazionali, un elemento essenziale e i robot sono senza dubbio la risposta più efficace.