images/BLOG_POSIZIONAMENTO_2020/art24_quanto_costa_automatizzare_azienda.jpg

Quanto costa automatizzare un’azienda?

In termini pratici e di investimento, automatizzare un impianto produttivo acquistando robot o nuovi macchinari digitalizzati e collegati in rete comporta quasi sempre un esborso relativamente elevato. Tuttavia, il passaggio verso l’automazione industriale può essere anche meno oneroso.

Acquistare o realizzare, anche su misura, software per rendere intelligenti i macchinari esistenti è infatti un’operazione più abbordabile, che un buon system integrator propone sempre come alternativa ad un vero e proprio riammodernamento del parco macchine.

 

Agevolazioni finanziarie per l’industria 4.0

Gli eventi che hanno caratterizzato l’anno in corso, uno su tutti la pandemia da Covid-19, hanno sicuramente minato il tessuto produttivo italiano, ma la tenacia degli imprenditori da un lato e il sostegno finanziario da parte dello Stato dall’altro stanno offrendo nuove opportunità anche in un quadro all’apparenza non favorevole.

I dati italiani mostrano una tendenza incoraggiante, infatti:

-      oltre il 70% delle aziende italiane con 10-19 dipendenti ha già effettuato investimenti digitali;

-      ben l’83% ritiene cruciale lo sviluppo e l’inserimento di competenze digitali in azienda;

-      il totale delle transazioni online ad aprile 2020 rispetto al 2019 è cresciuto del 32%.

 

Questi dati ci lasciano comprendere come l’automazione industriale e la digitalizzazione, in altri termini l’industria 4.0, siano oggi più che mai al centro della rinascita e del superamento delle difficoltà contingenti.

 

Il Decreto Crescita, la Digital Transformation, ed altre iniziative di carattere finanziario offrono eccezionali incentivi per le PMI, sotto forma di finanziamenti agevolati, a fondo perduto, crediti di imposta e molto altro nell’ambito delle singole regioni e realtà del Paese.

Nel sito web Tera Automation teniamo costantemente aggiornate le informazioni relative alle agevolazioni fiscali per l’industria 4.0, ovvero per installazione di automazioni industriali e strumentazioni robotiche. Ad esempio, attualmente (ottobre 2020) è in vigore un nuovo credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi effettuati nel 2020.

Il vantaggio di tali agevolazioni è che possono essere usufruite sia per l’installazione, ad esempio, di un’isola di asservimento robotizzata, come l’isola robotizzata T-Flexicell Tera Automation, così come per qualsiasi integrazione che risponda ai requisiti minimi di industria 4.0.

 

La forza dell’automazione industriale nelle PMI italiane

La forza produttiva del nostro Paese, e quindi la sua economia, sono profondamente legati alla competitività delle PMI italiane, di cui un parametro misurabile è il rapporto tra valore aggiunto e costo del lavoro.

Nonostante l’aumento dei costi per il personale, il valore aggiunto del comparto è rimasto in crescita negli ultimi anni, così come è proseguito il recupero della redditività lorda.

Con l’automazione industriale applicata alle attività manuali, e quindi con una riduzione dell’incidenza del costo di manodopera sulle medesime, le aziende che si occupano di produzione industriale (e non solo) sono in grado di evadere gli ordini in modo più efficace.

Questo, a sua volta, si traduce in indici di rotazione delle scorte più alti, che aumentano i margini di profitto. Le unità all’ora gestite da una persona e le unità all’ora gestite da una macchina sono due scenari completamente diversi all’interno dei processi produttivi, al pari della distribuzione temporale delle attività operative.

L’ottimizzazione dei tempi di esecuzione, unita alla ripetibilità di elevati standard qualitativi, sono due elementi che fanno pendere l’ago della bilancia a favore di soluzioni automatizzate applicate a uno o più processi di produzione. Ed è qui che il system integrator svolge un ruolo decisivo: proporre tecnologie a reale misura dell’azienda, così da avere un investimento proporzionato.

C’è da dire, anche, che il grande vantaggio di molte automazioni industriali è di essere evolutive. Significa che soluzioni come quelle Tera Automation possono essere implementate nel tempo, con la creazione di linee sempre più veloci, performanti e autonome.

Infine, è bene non dimenticare che l’automatizzazione di un’azienda può riguardare non soltanto il processo di produzione o alcune delle sue fasi, ma anche il delicato passaggio del controllo qualità, come già affrontato in un altro articolo del nostro blog.  

 

Sebbene stiamo attraversando un’epoca colma di incertezze e di difficoltà, abbiamo comunque ancora una certezza: la tenacia, l’orgoglio e la qualità del nostro tessuto imprenditoriale non solo supererà la nuova crisi, ma sfrutterà l’effetto di rimbalzo determinato dalla stessa cavalcando con successo le tecnologie di System Integrator come Tera Automation, anche attraverso il supporto delle importanti agevolazioni ad oggi presenti.